CAPANNONI PREFABBRICATI

    • Struttura in acciaio galvanizzato
    • Pannelli sandwich autoportanti in lamiera preverniciata
    • Isolamento in poliuretano disponibile in diversi spessori
    • Capannoni realizzabili in varie larghezze e lunghezze
Per scaricare i contenuti bloccati devi essere un utente registrato.
Accedi con i tuoi dati nel box ACCESSO RISERVATO oppure richiedi l'accesso.

Struttura in acciaio

Per la realizzazione della struttura vengono impiegati profili zincati a caldo, con sezione calcolata in modo opportuno di volta in volta.
Le travi vengono bullonate alle colonne, le quali sono ancorate tramite tirafondi alle fondazioni; il calcolo di queste ultime non viene fornito da SKA.
I pannelli di copertura vengono fissati agli arcarecci, realizzati mediante profili in acciaio piegati a freddo e zincati a caldo, fissati ai telai tramite bulloni.
La resistenza alle forze orizzontali trasversali è assicurata dai telai, mentre le forze orizzontali longitudinali vengono assorbite e trasmesse a terra tramite controventature opportunamente dimensionate, disposte sia in falda che in parete.
I capannoni sono realizzabili in varie larghezze: 12,14,15,16,18 e 20 m e vengono di volta in volta studiati nello specifico tenendo conto della zona in cui verranno posti e delle esigenze del cliente.

Copertura

La copertura viene realizzata con pannelli sandwich in doppia lamiera preverniciata, con uno strato di poliuretano isolante ad alta densità interposto; i pannelli presentano sul lato esterno una lamiera grecata.
Sono disponibili pannelli con vari spessori e vari colori, anche se SKA consiglia abitualmente il Bianco Grigio (RAL9002) o il Rosso Siena (RAL3009).

Pareti

Le pareti interne ed esterne vengono realizzate con pannelli sandwich, con dimensione delle greche esterne meno pronunciata che in quelli di copertura.
Anche per questi pannelli sono disponibili vari spessori e colori, anche se SKA abitualmente propone il Bianco Grigio (RAL3009).

Copertura

La copertura viene realizzata con pannelli sandwich in doppia lamiera preverniciata, con uno strato di poliuretano isolante ad alta densità interposto; i pannelli presentano sul lato esterno una lamiera grecata.
Sono disponibili pannelli con vari spessori e vari colori, anche se SKA consiglia abitualmente il Bianco Grigio (RAL9002) o il Rosso Siena (RAL3009).

Finestre

È possibile scegliere tra tipologie di finestra con diversi sistemi di funzionamento ed in vari materiali, in funzione del tipo di allevamento da realizzare.
La finestra a ghigliottina è caratterizzata da un sistema di apertura a scorrimento, ed è disponibile in diverse altezze; la chiusura può essere realizzata con pannelli sandwich, in policarbonato o in telo.
La finestra a vasistas presenta un sistema di apertura di tipo rotazionale rispetto ad un profilo di aggancio fissato all'estremità superiore; sono disponibili diverse misure in altezza, e possono essere impiegati pannelli in policarbonato o pannelli sandwich.
Indifferentemente dalla tipologia di finestra viene installata della rete antipassero in acciaio zincato.
È stato realizzato un verricello con una piastra di fissaggio alla colonna che abbina ad ottimi risultati in termini di funzionalità anche un gradevole effetto estetico.

Uscioli

Sono delle aperture che funzionano allo stesso modo delle finestre a ghigliottina, e permettono l'uscita degli animali dal capannone.

Giardino d'inverno

Realizzato su richiesta, da uno o entrambi i lati del capannone, permette l'uscita degli animali nel corso della brutta stagione. La copertura è in pannelli sandwich, mentre le pareti laterali sono in rete metallica o sintetica.

Sistemi di ventilazione

In base alle diverse necessità sono disponibili vari sistemi di ventilazione:
• la prima soluzione consiste nell'attrezzare il capannone con un colmo mobile apribile in modo motorizzato, consentendo un certo ricircolo d'aria. Il cupolino è in lamiera preverniciata, dello stesso colore dei pannelli di copertura.
• La seconda soluzione è costituita dalle prese d'aria: realizzate in materiale plastico vengono solitamente abbinate all'uso di ventilatori o al cupolino mobile.
Infine è possibile installare dei pannelli cooling in materiale di cellulosa speciale all'interno dei quali scende dell'acqua per caduta; tramite ventilatori viene indotto un flusso d'aria che, passando attraverso i pannelli, viene notevolmente raffrescata. I pannelli, posizionati sulle pareti laterali del capannone, vengono dimensionati in funzione delle specifiche dell'allevamento.